Compiti per le vacanze

a D.
con stima e immutata simpatia

Un mio ex alunno, un vero lettore, appena ha saputo che il suo prof. - che li aveva torturati con mille e mille libri non sempre trascinanti - non ha ancora letto Guerra e pace, me l'ha lasciato come compito per le vacanze.

Proprio da qui vorrei ripartire con il mio blog: con una riflessione sulla storia, sulle sue contraddizioni, sullo sguardo che noi gettiamo al mondo. Sarà un percorso lungo e accidentato, nel quale molti tarderanno magari a trovare il fil rouge. Non mi importa: come dicevo, voglio che questo blog serva a me, che sia un continuo nuovo inizio, che sia provvisorio, ingenuo e - se vogliamo - rudimentale, ma mai abbandonato a una qualche forma di presunzione di completezza.

(Poi ci sarà pure chi troverà questo mio bisogno di provvisorietà come supponenza - a chi interessano i miei appunti? ecc. - però non ci posso far nulla. Io devo crescere e migliorare e Guerra e Pace è proprio l'ideale. Perciò io parto in questo mio viaggio con tutto l'entusiasmo del mondo, ringraziando di cuore D. E sarò lieto se qualcuno vorrà venire con me. Con un solo presupposto: mi godrò ogni singola tappa, ma sogno un approdo, un giorno o l'altro. Contano solo le domande e la voglia di rispondere con tutto me stesso.)

Roberto Oddo

Post più popolari