#TDOR - Transgender Day of Remembrance - Gli ultimi ad avere paura

[LGBTQIA chi mi domanda se io non abbia almeno un po' di paura, ogni tanto, nel dire di essere omosessuale, dico che dipende: se mi chiedono quanto io sia consapevole dei rischi che materialmente corro - e in particolare in quest'anno di prova e in previsione di presidi che potranno decidere della mia sorte lavorativa - rispondo che sì, lo so; so che posso incorrere in incontri "poco simpatici", in compagni di viaggio che non aspettano altro che buttarmi giù dal treno.

Se invece intendono che tutto ciò deve o anche solo può intimidirmi e dunque limitarmi, rispondo che proprio la "paura" è la vera spinta ad agire: se io temo le conseguenze della mia libertà di dirmi, allora c'è bisogno di combattere, di mostrarsi, perché si possa essere gli ultimi ad avere questa paura. Non ci dobbiamo trincerare dietro la "discrezione" e la possibilità di mimetizzarci senza "creare scandalo", perché il modo in cui amiamo e ci esprimiamo comunque è tutto tranne che scontato per gli altri.

Ripenso allora alla lotta de* mie* amic* trans, alla loro necessità di venir fuori da questo equivoco che è il destino sociale collegato al corpo biologico, rinunciando alle catene della cosiddetta "sobrietà"; ripenso alla spinta ad aderire all'identità che matura negli anni. Mentre molti di noi si ficcano nel malinteso gioco delle attese. dei rimandi allo specchio, si bruciano nel loro ruolo tacciando gli altri di esibizionismo, ci sono persone in grado di vedersi per come sono, di scoprirsi padroni del proprio destino. Sono loro che riflettono sul corpo, sul modo in cui si appare e su chi si è davvero, loro che si guadagnano l'autenticità agendo su di sé più profondamente di quanto noi possiamo immaginare.

Impariamo da loro, dalla loro capacità di scommettere su qualcosa che prende corpo dove altri non possono vedere e decretare. Impariamo da chi ha convertito o sente di dover convertire la scoperta e, spesso, lo sconcerto iniziale, la paura, le offese, le minacce e le disillusioni altrui in un corpo o solo in un modo di essere. Anime che, di un'intuizione o di una consapevolezza, hanno fatto una vita, trovandosi sempre più in accordo con se stesse. E spero con tutto il cuore, accanto a loro, che questi miei speciali compagni di viaggio siano gli ultimi ad avere paura.

Roberto Oddo

Post più popolari